Ufficio efficiente, risparmio garantito

Stampanti e monitor per computer nascondono un potenziale di risparmio energetico importante, cosa che può fare la differenza per limitare i costi di gestione e aumentare la competitività dell'azienda o dell'ente.

Non basta essere... Energy Star?

Soddisfare lo standard Energy Star è il primo passo per limitare la bolletta dell'ufficio. Tuttavia, all'interno del database di Energy Star ci sono differenze di consumo energetico importanti ed è meglio prestare un'ulteriore attenzione nella scelta del nostro apparecchio. Per esempio, due stampanti multifunzione a colori da 30 pagine al minuto possono avere consumi molto diversi; un modello Topten molto efficiente consuma 1,3 kWh/settimana (160 € in 10 anni) mentre ci sono anche modelli, sempre con etichetta Energy Star, che consumato 3,7 kWh/settimana (460 € in 10 anni).

Cosa scegliere allora?

Per conseguire il massimo risparmio energetico è meglio scegliere un modello presente nelle liste di Topten. Per quanto concerne le stampanti, un modello Topten consente di risparmiare fino al 70% rispetto a un altro modello con etichetta Energy Star, mentre per i monitor questo risparmio può arrivare anche al 60%.

Altre etichette

Per acquistare un prodotto sostenibile a tutto tondo, si possono considerare altre tipologie di etichette, come:

  • TCO: è un'etichetta svedese che impone standard rigorosi in termini di emissioni, ergonomia e ambiente. Tutti i monitor presenti su Topten rispettano questo standard. Maggiori informazioni qui.
  • Blue Angel: è un'etichetta tedesca che impone rigorosi standard ecologici all'apparecchiatura da ufficio, in particolare per le sostanze inquinanti, la stampa fronte-retro e l'utilizzo di carta riciclata. Maggiori informazioni qui.

rn - marzo 2017