Consigli per la scelta di un monitor

Consigli per la scelta e l'utilizzo di un monitor

Posizionamento

Lo schermo andrebbe posizionato ad almeno 60 cm dal bordo anteriore della scrivania in modo da proteggere gli occhi e avere una visione più ampia della schermata.

Come lo connetto?

Ogni monitor è munito di diverse porte che permettono di connetterlo a computer, altoparlanti, videocamere, etc. Topten indica le connessioni presenti con questi termini:

  • USB: permette l'allacciamento a computer o altre periferiche dotate di uscita USB. Alcuni monitor ne possiedono più di una.
  • VGA: la porta analogica VGA è quella standard. Ormai quasi tutti i monitor dispongono anche di porte digitali (DVI e/o HDMI)) che permettono di collegare fonti digitali (es. lettori BlueRay);
  • DVI: il connettore DVI è predisposto per lo standard digitale. Ci ne sono di tre tipi: DVI-A che fa passare esclusivamente un segnale analogico, DVI-D che fa passare esclusivamente un segnale digitale e DVI-I che li fa passare entrambi.
  • HDMI: è un connettore compatibile col DVI che trasporta un segnale digitale ad alta definizione. A differenza del connettore DVI, è in grado di trasportare anche segnali audio. Può essere utilizzato tra differenti dispositivi audio/video ed è una soluzione adatta al trasporto del segnale di apparecchi digitali come i lettori DVD e ricevitori satellitari verso schermi anch'essi digitali e ad alta definizione.
  • MHL: è un connettore per dispositivi mobile che unisce in un solo cavo HDMI e USB.

Chiarite bene le vostre necessità prima di recarvi al punto vendita e fatevi consigliare dal personale di vendita.

Consigli tecnici

Qualità dell'immagine

La qualità dell'immagine è indicata con diverse misure. Le principali:

  • Risoluzione: per schermi di 15" dovrebbe corrispondere a 1024 x 768 pixel; per schermi di 16-19" a 1280 x 1024 pixel. Alcuni schermi piu grandi presentano anche risoluzioni superiori di 1600 x 1200 pixel. Ormai è possibile trovare facilmente monitor Full HD a 1920x1080 pixel.
  • Numero massimo di colori: la maggior parte degli schermi moderni può mostrare fino a 16,7 milioni di colori. Questa cifra è necessaria per ottenere una buon livello grafico.
  • Contrasto: i valori sono buoni quando si situano sopra 1:250 (tipico). Bisogna distinguere tra il contrasto massimo possibile e i valori di contrasto tipici; Topten indica i secondi.
  • Luminosità: la luminosità è indicata in candele per centimetro quadrato (cd/cm2). Anche in questo caso bisogna distinguere tra i valori tipici e quelli massimi. I valori tipici (indicati da Topten) si situano sui 200 cd/cm2 o più.

Consumo energetico

Purtroppo, molti monitor consumano energia elettrica anche da spenti. Gli schermi selezionati da Topten hanno un consumo da spento inferiore a 0,5 Watt. E anche necessario badare al consumo in modalità sleep, ovvero quando lo schermo è scuro ma pronto per essere riattivato schiacciando un tasto o muovendo il mouse. Anche in questo caso, Topten prende in considerazione schermi col consumo in stato sleep inferiore a 0,5 Watt.

Attenzione: i salvaschermo non mettono lo schermo in stato sleep.

Ultimo aggiornamento: marzo 2017